DISTRETTO DEL COMMERCIO “DISTRETTO DELLE TERRE CASALASCHE” – BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE MICRO – PICCOLE MEDIE IMPRESE DEL COMMERCIO, TURISMO, ARTIGIANATO E DEI SERVIZI

Gussola, Notizie, Notizie, S.U.A.P, Torricella del Pizzo, Notizie, Ufficio Commercio, Unione Terrae Fluminis    1/09/2020

Il Comune di Casalmaggiore, Ente Capofila di un programma d’intervento condiviso con i Comuni di Casteldidone, Cingia De’ Botti, Gussola, Martignana Di Po, Motta Baluffi, Rivarolo del Re ed Uniti, San Daniele Po, San Giovanni In Croce, San Martino Del Lago, Scandolara Ravara, Solarolo Rainerio, Spineda, Torricella Del Pizzo e Voltido emana un bando per le MPMI, finalizzato ad assegnare finanziamenti alle MPMI ed agli aspiranti imprenditori che intendono investire sulla propria attività.

Per ogni dettaglio si rimanda ai documenti allegati in fondo alla pagina.

Le domande dovranno pervenire dalle ore 12.00 del 31/08/2020 alle ore 12.00 del 15/10/2020.  

Regione Lombardia nell’ambito del progetto di cui al Decreto N. 6401 Del 29/05/2020 – Identificativo Atto N. 539 – Direzione Generale Sviluppo Economico – Approvazione del Bando “Distretti del Commercio per la Ricostruzione Economica Territoriale Urbana” con cui sono stati approvati i criteri per l’attuazione della misura, intende consolidare e rafforzare lo sviluppo economico delle imprese del comparto commercio, turismo, artigiano e servizi che insistono sul territorio e che, in modo complementare, contribuiscono all’ampliamento dell’offerta dei servizi disponibili e al miglioramento complessivo delle condizioni socio-economiche della popolazione, in considerazione anche della ripresa dall’emergenza sanitaria Covid-19.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari dovranno soddisfare i seguenti requisiti:

  • essere Micro piccole o medie imprese con riferimento all’Allegato I del Regolamento UE n. 651/2014;
  • essere iscritte e attive al Registro Imprese delle Camere di Commercio della Regione Lombardia;
  • disporre di una unità locale collocata all’interno dell’ambito territoriale del Distretto del Commercio (Comuni di Casalmaggiore, Casteldidone, Cingia De’ Botti, Gussola, Martignana Di Po, Motta Baluffi, Rivarolo del Re ed Uniti, San Daniele Po, San Giovanni In Croce, San Martino Del Lago, Scandolara Ravara, Solarolo Rainerio, Spineda, Torricella Del Pizzo e Voltido) che soddisfi almeno una delle seguenti condizioni:

➢ Svolgere attività di ristorazione, somministrazione o vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, con vetrina su strada o situata al piano terreno degli edifici;

➢ Fornire servizi tecnologici innovativi di logistica, trasporto e consegna a domicilio alle imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato che coprano in tutto o in parte il territorio del Distretto del Commercio;

  • rientrare nei codici ateco di cui allegato “L”;
  • non avere alcuno dei soggetti di cui all’art. 85 del D.Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 (c.d. Codice delle leggi antimafia) per il quale sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui all’art. 67 del citato D. Lgs.;
  • non rientrare nel campo di esclusione di cui all’art. 1 del Regolamento (UE) 1407/2013.

Sono ammissibili aspiranti imprenditori che soddisfino i seguenti requisiti:

  • Avviare nuove attività del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato all’interno di spazi sfitti o in disuso, oppure sfruttare le possibilità di utilizzo temporaneo consentito dalla l.r. 18/2019, oppure effettuare un subentro di un nuovo titolare presso una attività esistente, incluso il passaggio generazionale tra imprenditori della stessa famiglia;
  • Non avere cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui all’art. 67 del D.Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 (c.d. Codice delle leggi antimafia).
  • Avviare, prima dell’erogazione dell’agevolazione da parte del Comune, una attività economica che soddisfi i requisiti sopra previsti.
    I requisiti di ammissibilità devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda, con l’eccezione dell’unità locale all’interno del territorio del Distretto Diffuso Commercio di Rilevanza Intercomunale “TERRE CASALASCHE”, che deve essere posseduta alla data di richiesta di erogazione.
    In fase di erogazione finale del contributo, le imprese beneficiarie dovranno essere in regola con gli obblighi contributivi, come attestato dal Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC). In caso di accertata irregolarità in fase di erogazione, dovrà essere trattenuto l’importo corrispondente all’inadempienza e versato agli enti previdenziali e assicurativi, ai sensi della L. 98/2013, art. 31 commi 3 e 8-bis.
    Non sono ammissibili a finanziamento le Associazioni o altri soggetti giuridici privi di scopo di lucro.
    Non sono ammissibili a finanziamento le aziende agricole e le aziende agrituristiche.
    Non sono ammesse le imprese di commercio ambulante.
    Secondo quanto disposto dall’art. 72 della l.r. 27/2015 ”Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo”, qualora i Comuni eroghino agevolazioni alle strutture ricettive alberghiere e non alberghiere, devono acquisire entro la data di concessione del contributo, una specifica dichiarazione del beneficiario in cui lo stesso dichiari che il proprio fatturato o il ricavato dell’attività ricettiva degli ultimi tre anni deriva interamente dall’attività turistica, pena la decadenza al diritto al contributo per la struttura ricettiva e per il Capofila.
    Ai sensi della l.r. 8/2013, le imprese beneficiarie di agevolazioni coperte dalla quota parte di cofinanziamento regionale che detengono a qualsiasi titolo apparecchi per il gioco d’azzardo lecito devono rimuovere tali apparecchi eventualmente detenuti a qualsiasi titolo alla scadenza del contratto di installazione stipulato con il concessionario e non potranno procedere con nuove installazioni dalla data di presentazione della domanda di contributo e per i successivi tre anni dall’erogazione dello stesso.
    Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di contributo a valere sul presente bando.
Torna all'inizio dei contenuti